Unesco preoccupata per conversione Santa Sofia in moschea

Museo potrebbe tornare a ruolo religioso avuta prima di 1934

10 luglio, 15:42

(ANSAmed) - NAPOLI, 10 LUG - L'Unesco ha espresso preoccupazione in diverse comunicazioni alle autorità della Turchia per la possibile conversione del Museo di Santa Sofia a Istanbul in una moschea. Lo riporta il quotidiano greco Ekatimerini, spiegando che l'agenzia dell'Onu ha chiesto di essere tenuta informata su ogni progetto di riconversione del museo e che ogni mutamento di destinazione dovrà essere approvata dal World Heritage Commitee, il comitato per il patrimonio culturale mondiale che segnala all'Unesco i siti da proteggere. L'Unesco ha ricordato che Hagia Sophia è sulla lista del patrimonio universale come museo e che questo comporta degli obblighi legali. "Un Paese - affermano fonti dell'Unesco alla Reuters citate dal giornale greco - deve assicurarsi che nessuna modifica mini lo straordinario valore universale di un sito sul suo territorio che si trova nella lista. Ogni modifica deve essere notificata dal Paese all'Unesco e verificata dal Wolrd Heritage Commitee". L'Unesco ha espresso la sua preoccupazione per il caso in diverse lettere inviate al governo turco e ha veicolato il messaggio anche all'ambasciatore turco presso l'Unesco chiedendo l'avvio di un dialogo prima che ogni decisione venga presa. Santa Sofia è stato un sito centrale sia nell'impero cristiano bizantino che nell'impero Ottomano ed è oggi uno dei monumenti più visitati della Turchia. La prospettiva di ritorno al ruolo di moschea ha suscitato preoccupazioni anche tra le autorità di Usa, Francia, Russia, Grecia e della chiesa cristiana. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo