Tunisia: giornalisti annunciano sciopero per il 10 dicembre

20 novembre, 11:22

(ANSAmed) - TUNISI, 20 NOV - Il Sindacato dei giornalisti tunisini (Snjt) ha deciso di organizzare uno sciopero generale dei media il 10 dicembre 2020, giorno della proclamazione della Dichiarazione universale dei diritti umani. "Questa azione è una reazione alla prevaricazione e all'inazione del governo su questioni relative ai diritti professionali ed economici dei giornalisti" si legge in una nota rilasciata dal comitato esecutivo che ha annunciato anche altre forme di protesta per rivendicare i diritti legittimi dei giornalisti, come il portare una fascia rossa al braccio dal 23 al 26 novembre. Il comitato esecutivo ha anche deciso di organizzare una "giornata della rabbia" il prossimo 26 novembre, seguita da manifestazioni di protesta nella piazza del governo a Tunisi e in tutte le regioni. È previsto nello stesso giorno un incontro presso la sede del sindacato al quale il sindacato chiama una forte partecipazione dei giornalisti per la difesa dei loro diritti.

In sostanza, il sindacato di categoria richiede la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale tunisina dei due accordi (un accordo quadro e un accordo settoriale) e di avviare il processo di riforma delle società di media pubblici. Il sindacato chiede anche il pagamento di un risarcimento ai giornalisti che lavorano nei media confiscati dallo Stato e la regolarizzazione delle situazioni precarie. Altre richieste includono il reclutamento di laureati dell'Istituto di scienze della stampa e dell'informazione, l'attuazione di precedenti misure adottate per supportare i media e i giornalisti colpiti dalla pandemia di coronavirus e l'istituzione di un'agenzia pubblicitaria pubblica. (ANSAmed) / (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo