Israele-Anp: ripreso il dialogo sul trasferimento dei dazi

Si rimette in moto la cooperazione economica e di sicurezza

30 novembre, 16:46

(ANSAmed) - TEL AVIV, 30 NOV - Delegazioni dell'Autorità nazionale palestinese e di Israele sono impegnate nella definizione delle modalità del trasferimento a Ramallah di dazi doganali raccolti dall'erario israeliano per conto di quello palestinese. Lo ha riferito oggi il premier palestinese Mohammed Shtayeh al proprio governo, secondo l'agenzia di stampa Wafa.

Questo sviluppo è stato reso possibile dalla recente decisione dell'Anp di riprendere il coordinamento economico e di sicurezza con Israele dopo una interruzione iniziata nel maggio scorso, in protesta per i progetti di Israele (poi rientrati) di estendere la propria sovranità su parti della Cisgiordania.

Israele, scrive la Wafa, deve inoltrare ora all'Anp circa un miliardo di dollari per i mesi in cui i trasferimenti si sono arrestati. Secondo l'agenzia ancora non c'è però un'intesa sulla intenzione israeliana di dedurre 180 milioni di dollari, ossia l'equivalente di quanto il governo di Ramallah ha stanziato per le famiglie di palestinesi reclusi per quelli che Israele qualifica come "atti di terrorismo". Nel frattempo la radio pubblica israeliana ha aggiornato che è imminente la ripresa del coordinamento di sicurezza fra le due parti. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo