Libano: pastore sequestrato da Israele lungo Linea Blu

Per israeliani è infiltrato Hezbollah, Unifil lavora per rilascio

13 gennaio, 09:45

(ANSAmed) - BEIRUT, 13 GEN - Un cittadino libanese è stato sequestrato nelle ultime ore dalle forze militari israeliane lungo la Linea Blu di demarcazione tra Libano e Israele, secondo quanto riferisce l'agenzia governativa libanese Nna. La missione dell'Onu presente nel sud del Libano (Unifil) ha affermato che un pastore libanese è stato fermato dai militari israeliani nei pressi di Kfar Shuba, nel settore orientale della Linea Blu e che sono in corso contatti tra le parti per il rilascio del pastore. Dal canto suo Israele ha affermato che il pastore è in realtà un infiltrato che lavora per gli Hezbollah libanesi, milizia filo-iraniana presente nel sud del Libano. Da giorni l'aviazione militare israeliana sorvola in maniera più intensa del solito i cieli libanesi, nel sud, nella valle orientale della Bekaa e nel Monte Libano, suscitando l'apprensione degli abitanti di queste aree. L'Unifil ha ribadito che si tratta di violazioni da parte di Israele della risoluzione Onu n.1701 del 2006. (ANSAmed). (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo