Kosovo: vietato ingresso alto funzionario serbo

Da Belgrado vaccini a popolazione serba, 'politica distruttiva'

14 gennaio, 12:41

BELGRADO - Le autorità del Kosovo hanno vietato l'ingresso nel Paese a Petar Petkovic, capo dell'Ufficio governativo serbo per il Kosovo, che intendeva visitare oggi la popolazione serba nel nord del Kosovo colpita dalle alluvioni degli ultimi giorni, fornendo loro aiuti umanitari. La ministra degli Esteri kosovara Meljiza Haradinaj-Stubla ha motivato il divieto con la "politica distruttiva" che Belgrado continua ad attuare nei confronti del Kosovo, e ha citato tra l'altro la fornitura attraverso canali "illegali" di vaccino anticovid alla popolazione serba in Kosovo.

"Nessuno ci potrà impedire di aiutare il nostro popolo", ha detto Petkovic secondo il quale si tratta di una decisione da inquadrare nell'avvio della campagna elettorale in vista del voto del 14 febbraio in Kosovo. Tale atteggiamento di Pristina, ha aggiunto Petkovic, dimostra al tempo stesso che l'Unione europea non è in grado di garantire il rispetto degli accordi raggiunti con la mediazione Ue, fra i quali vi è quello sulla libertà di movimento.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo