Libano: nuove proteste popolari contro il carovita

Bloccate strade a Beirut, Sidone, Bekaa e Tripoli

04 marzo, 09:43

(ANSAmed) - BEIRUT, 04 MAR - Nuovi cortei e sit-in di protesta sono stati organizzati oggi in varie regioni del Libano e numerose strade e arterie di comunicazione sono state interrotte dai manifestanti anti-governativi a Beirut e in altre città del paese afflitto dalla peggiore crisi economica degli ultimi 30 anni.

Le proteste erano scoppiate nuovamente violente nella giornata di ieri quando la lira libanese aveva registrato un record negativo nel cambio valutario con il dollaro statunitense.

La lira ha perso circa l'85% del suo valore dall'autunno del 2019, quando si è palesata la crisi finanziaria e sono cominciate le proteste.

Alla luce della crisi valutaria, aggravata dalle misure anti-covid, le condizioni di vita di gran parte dei libanesi così come dei profughi siriani, palestinesi e dei lavoratori immigrati rimasti bloccati in Libano si va di giorno in giorno deteriorando, con una crescente tensione sociale.

Le strade sono state bloccate nel centro di Beirut e in altre zone della capitale, così come nella Bekaa centrale, a Baalbeck nel nord-est del paese, a Sidone nel sud e a Tripoli nel nord.

(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo