A Tel Aviv 40 aziende italiane discutono di acqua

'GreenMed Summit', bilaterale Italia/Israele per 'Watec' 2017

11 settembre, 17:16

(ANSAmed) - TEL AVIV, 11 SET - Una due giorni di incontri per promuovere l'High Tech italiano in Israele con la possibile realizzazione di accordi commerciali e produttivi: questo in sintesi il 'GreenMed Summit' in programma a Tel Aviv da domani fino al 14 settembre nell'ambito di 'Watec Israel 2017', una delle maggiori esibizioni internazionali dedicate all'acqua e all'ambiente. E non è un caso che 'GreenMed' si tenga all'interno di Watec: basti pensare che Israele vanta nel settore delle acque circa 250 aziende con un export correlato al comparto di quasi 2.5 miliardi di dollari solo lo scorso anno.

Le innovazioni tecnologiche israeliane nei campi della desalinizzazione, del trattamento delle acque, del loro recupero, dell'irrigazione a goccia, sono tra le migliori del settore. Il focus di 'GreenMed' permetterà alle aziende italiane di presentare le proprie tecnologie per quanto riguarda il Trattamento delle acque, la Protezione ambientale, l'Ict (Tecnologie dell'informazione e della comunicazione) e le Digital Applications. Coordinatore della missione italiana di quest'anno è Francesco Marcolini. "Le opportunità che le startup italiane potranno trovare - ha spiegato intervistato dal sito StartupItalia - sono principalmente tre: tecnologia di avanguardia con cui fare benchmarking, modelli organizzativi di ricerca, di commercializzazione e di gestione da poter assimilare. E grandi aziende internazionali, presenti sul territorio, con cui poter sviluppare delle collaborazioni e nel caso di startup che abbiano degli alti livelli tecnologici da offrire". Secondo le previsioni dovrebbero essere circa 40 le aziende italiane, tra le maggiori del settore, che parteciperanno alla manifestazione che si svolge sotto gli auspici dell'Ambasciata italiana diretta da Gianluigi Benedetti e dalla sezione scientifica di quest'ultima guidata da Stefano Boccaletti. Nella due giorni, oltre gli incontri bilaterali, anche due seminari: il primo, il 13 - ha spiegato Boccaletti - sarà una vetrina delle innovazioni italiane, e la presentazione delle occasioni di cooperazione con Israele, in relazione al fatto che il bando 2018 per la cooperazione industriale e' aperto ed ha scadenza il 30 novembre. L''altro seminario e' riferito alla Regione Lazio rappresentata dall'assessore allo sviluppo economico Guido Fabiani ed ex rettore dell'Università di Roma 3. Tutte le aziende saranno quindi impegnate in un fitto calendario di incontri bilaterali nel pomeriggio del 13 settembre negli spazi del Watec. "Le aziende e le istituzioni italiane e israeliane avranno così l'opportunità di condividere sfide e soluzioni per le loro strategie e - ha sottolineato una presentazione del Summit - esplorare ogni possibilità di affari".

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo