Italia-Israele: al via Progetto alta educazione e ricerca

Fioramonti, forte impegno governo su relazioni bilaterali

30 agosto, 16:36

(ANSAmed) - TEL AVIV, 30 AGO - Italia e Israele sempre più uniti nel campo dell'alta educazione e nella formazione di un linguaggio omogeneo per l'istruzione e la ricerca. Il MIUR, in collaborazione con 'Cimea' e 'Studiare Sviluppo', si è infatti aggiudicato un Progetto di Gemellaggio (Twinning Project Ue) con le omologhe istituzioni dello stato ebraico. Presentato oggi a Tel Aviv dal sottosegretario al ministero Lorenzo Fioramonti, il progetto avrà una durata di 24 mesi (budget stimato,1.800.000 euro) e come obiettivo "lo sviluppo del capitale umano di Israele, incrementando la qualità dell'istruzione, rafforzando il legame tra istruzione e lavoro a promuovendo pari opportunità insieme all'apprendimento continuo". Perno del progetto - è stato spiegato oggi durante la presentazione alla quale hanno partecipato l'ambasciatore Ue in Israele Emanuele Giaufret e quello d'Italia, Gianluigi Benedetti - è l'istituzione di un 'Quadro nazionale delle qualifiche e dei titoli'(Nqf) in linea con quello stabilito a livello Ue con il 'Quadro Europeo Qualifiche (Eqf). "Sono qui - ha detto Fioramonti - per riaffermare il forte impegno del governo italiano a rafforzare le già buone relazioni tra Italia e Israele con uno speciale focus sull'alta educazione". "Sono fermamente convinto - ha proseguito - che questo tipo di diplomazia informale legata alla mobilità di scienziati, accademici e studenti creerà opportunità ancora più grandi per contribuire al processo di pace in Medio Oriente e alla stabilizzazione della regione. Come ha detto il grande Nelson Mandela è attraverso l'educazione che i popoli di differente razza, etnia e credo si trovano ad essere più vicini con l'obiettivo di vivere in un appagante armonia". "Scopo del gemellaggio - ha detto Claudia Fellus consigliere in Israele di 'Twinning' - è creare uno strumento, su misura per questo paese, che funzioni sempre, anche dopo la fine del progetto. Siamo qui per aiutare Israele a creare il suo stesso 'Quadro nazionale delle qualifiche e dei titoli'. Saremo di supporto quando serve e offriremo un perenne aggiornamento". Il sottosegretario Fioramonti è in Israele anche per una serie di incontri con esponenti delle istituzioni del suo settore con i quali discuterà di accordi universitari di doppio titolo, mobilità studentesca, ricerca congiunta (bilaterali e nel quadro Ue), promozione della presenza di start up israeliane in Italia e viceversa. Fioramonti visiterà domani lo Yad Vashem, il Mausoleo della Memoria, a Gerusalemme e parteciperà alla commemorazione della morte dell'ex presidente israeliano Shimon Peres, scomparso due anni fa. (ANSAmed)
© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo