Calcio:Qatar-Fifa, divisi da alcool negli stadi dei Mondiali

15 marzo, 18:24

(ANSAmed) - DOHA, 15 MAR - I Mondiali di Calcio 2022 potrebbero essere analcolici dato che il Qatar che ospiterà l'evento non ha ancora deciso se consentirà la vendita di alcolici negli stadi. Nonostante lo sponsor dell'evento calcistico sia la Anheuser-Busch InBev, multinazionale che produce anche bevande alcoliche, Doha sembra ancora titubante riguardo alla diffusione degli alcolici durante i Mondiali. Nell'Emirato le bevande alcoliche sono fra i pochi prodotti pesantemente tassati e la loro diffusione è ancora regolata molto rigidamente. "Gli alcolici saranno disponibili in Qatar, ma quello che stiamo discutendo con la Fifa è in quale misura. Russia, Inghilterra e Brasile hanno avuto diverse opinioni in proposito" ha dichiarato Hassan Al Thawadi, Segretario Generale del Comitato Supremo 2022. La Fifa si è espressa chiaramente riguardo agli alcolici e i Mondiali proprio nel caso del Brasile, che pensava di vietare le bevande alcoliche negli stadi per ridurre le possibili violenze. In questo caso infatti il Segretario Generale della Fifa Jerome Valcke dichiarò che "Gli alcolici sono parte dei Mondiali di Calcio, quindi gli alcolici ci saranno. Scusatemi se posso sembrare arrogante, ma non negozieremo sulla questione". Nonostante questa presa di posizione della Fifa nel caso brasiliano, il Qatar non è ancora convinto e la discussione con la Fifa continua. La morale della storia per la Fifa sembra rimanere "No alcol, no Mondiali".(ANSAmed)
© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo