Calcio: Marocco e Tunisia si qualificano ai Mondiali 2018

Marocchini battono Costa d'Avorio, tornano a sfida dopo 20 anni

13 novembre, 16:04

(ANSAmed) - NAPOLI, 13 NOV - E' stato un week end di festa in Marocco e Tunisia, che si sono qualificate per i Mondiali 2018.

Un doppio successo storico, con i marocchini che tornano ai Mondiali vent'anni dopo l'esperienza all'edizione del 1998 in Francia e la Tunisia che rivede i Mondali dopo 12 anni. L'impresa più eclatante è quella compiuta dal Marocco del tecnico francese Herve Renard, che ha timbrato la qualificazione andando a vincere 2-0 sul campo della Costa d'Avorio, una delle nazionali più forti degli ultimi anni in Africa. I due gol decisivi sono arrivati nel primo tempo, con il gol di Nabil Dirar e il raddoppio del capitano Mehdi Benatia cinque minuti dopo. Una doppia mazzata per la Costa d'Avorio che non è più riuscita a reagire. "Ora non abbiamo paura di nessun avversario - ha detto Renard dopo la qualificazione - vorrei che nel sorteggio fossimo accoppiati con la Francia ai Mondiali", sarebbe un grande onore".

La qualificazione è un capolavoro dell'attuale generazione di calciatori marocchini ma anche del tecnico, che viene considerato un mago del calcio africano: nel 2012 portò a sorpresa lo Zambia a vincere la Coppa d'Africa, successo ripetuto tre anni dopo sulla panchina della Costa d'Avorio. Festa anche per la Tunisia, che si è qualificata con uno 0-0 contro la Libia, chiudendo davanti al Congo nella classifica del girone. A Rades c'era aria di una festa che è scattata fragorosa al 90' quando i giocatori della nazionale hanno compiuto un lunghissimo giro d'onore dello stadio davanti ai 50.000 spettatori impazziti di gioia. "Il popolo tunisino - ha commentato il centrcampista Wahbi Khazri - aspettava questo giorno da tanti anni e noi abbiamo lavorato duro per realizzarlo. Ora dobbiamo impegnarci per arrivare pronti ai Mondiali, abbiamo una buona squadra e dei giocatori di talento, non andremo in Russia solo per fare presenza, vogliamo arrivare lontano". Gioia anche per il ct tunisino Nabil Maloul, scelto dalla federazione dopo che tre allenatori stranieri si erano succeduti in tre anni senza portare risultati di rilievo.

La festa del Nordafrica è ora completa: oltre a Tunisia e Marocco, infatti, anche l'Egitto si era già qualificato per i Mondiali. Le altre due nazionali africane che andranno in Russia sono Senegal e Nigeria. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo