Trasporti: nuova linea marittima ro-ro Marina Carrara-Sousse

Anarres Shipping, "mercato Nord Africa crescerà molto"

21 agosto, 09:23

(ANSAmed) - TUNISI, 21 AGO - Una nuova linea marittima regolare per il trasporto di carichi rotabili è stata attivata questa settimana fra Italia e Tunisia, precisamente tra Marina di Carrara e Sousse. Lo rende noto il sito specializzato Shipping Italy, precisando che la nave impiegata è la Vasaland, un ro-ro (roll-on, roll-off, con cui si indica un tipo di nave traghetto per trasporto di autoveicoli, nella quale i veicoli stessi entrano ed escono con i propri mezzi) preso a noleggio lungo 155 metri e con 2.170 metri lineari di capacità per l'imbarco solo di carichi rotabili.

"Questa nuova linea farà la spola con frequenza settimanale con il porto tunisino di Sousse" spiega Nikkos J Frangos, managing director della nuova compagnia di navigazione cipriota Anarres Shipping, precisando che "l'iniziativa è stata avviata perché riteniamo che il mercato del Nord Africa, e in particolare quello tunisino, nei prossimi anni sia destinato a crescere molto. Ci aspettiamo un significativo aumento della domanda di trasporto merci via mare per effetto della 'rilocalizzazione' di molti stabilimenti produttivi che dal Bangladesh e dalla Cina verranno trasferiti e in Tunisia apriranno molte nuove industrie".

Le ambizioni sono notevoli: "A regime puntiamo a trasportare con questa linea tra 10mila e 12mila trailer all'anno" aggiunge l'investitore che ha una tradizione famigliare nello shipping secondo quanto riportato sul sito di Anarres. Oltre a ciò si legge anche che l'obiettivo della compagnia "è quello di assicurare un trasporto puntuale, regolare e affidabile delle merci fra Italia, Francia e Tunisia". Il passaggio in un porto del sud della Francia rappresenta un secondo step che sarà avviato non appena la linea avrà dato i frutti sperati."Per estendere la linea anche alla Francia servirà una nave ro-ro più veloce ma ce ne occuperemo quando sarà il momento. Per ora ci concentriamo sull'asse di trasporto che dalla Germania e dall'Austria arriva fino alla Tunisia attraverso appunto l'Italia" aggiunge ancora Frangos. Il target di caricatori a cui la compagnia si rivolge sono in particolare gli operatori logistici o comunque chi regolarmente spedisce merce lungo le direttrici fra questi due Paesi. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo