A Dubai aprono le prime 4 stazioni delle 7 per Expo 2020

Aperta a Capodanno, attesa per fermata iconica sull'esposizione

04 gennaio, 09:30

(ANSAmed) - NAPOLI, 04 GEN - E' ripartita nel primo giorno dell'anno la metropolitana di Dubai, la Route 2020, che avrà un ruolo centrale nei collegamenti con l'Expo 2020 la cui inaugurazione è stata rinviata a causa del Covid 19 e si svolgerà quindi dal 1 ottobre al 31 marzo 2022.

Il primo viaggio della rinnovata metropolitana, riferisce il Gulf News, della capitale degli Emirati ha collegato la Jebel Ali Station e la Al Furjan Station, in un percorso che ha visto quattro delle stazioni mentre le altre tre partiranno in coincidenza con l'apertura dell'Expo: l'allargamento della metropolitana è stata pensata per l'Expo, ma anche per servire i circa 270.000 residenti delle zone coperte dalle nuove stazioni.

Le nuove fermate hanno una distinta personalità architettonica che fa riferimento ai quattro elementi della natura: acqua, aria, terra e fuoco. Sono la Jebel Ali, stazione di interscambio, The Gardens, Discovery Gardens e Al Furjan's. Tra le nuove stazioni c'è la Jumeirah Golf Estates, che sarà anche la più grande con una estensione di 28.700 metri quadrati ed è ispirata al fuoco.

La stazione considerata maggiormente iconica è la Expo 2020, disegnata sul tema "futuro" e ricorda le ali di un aereo, suggerendo il volo di Dubai verso le grandi innovazioni. Il progetto della Route 2020, l'ampliamento della metropolitana dedicato all'Expo, partito nel 2016, ha visto la costruzione di un tunnel e di ponti. In tutto è costato circa 2 miliardi e trecento milioni di euro per realizzare un percorso di 15 chilometri, di cui 11.8 sospesi e 3,2 sottoterra, e le sette stazioni. La Route 2020 è il primo progetto realizzato nel programma "Verso i prossimi 50 anni" dell'emirato. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo