Coronavirus: Croazia, forte contrazione del settore crociere

A giugno una modesta ripresa, ma per navi medie e piccole

08 luglio, 17:33

ZAGABRIA - Da marzo nei porti turistici sulla costa adriatica croata non è approdata neanche una nave da crociera, a dimostrazione della forte contrazione subita da tale settore turistico. Come scrive oggi la stampa di Zagabria, da gennaio fino a inizio giugno sono state appena 15 le crociere sulle grandi motonavi realizzate in Croazia, il 91 per cento in meno rispetto all'anno scorso quando ce ne furono 156.

Tutte queste escursioni riguardano il periodo fino a marzo, quando questo settore turistico si è completamente fermato per l'emergenza sanitaria del coronavirus. A giugno si è vista una modesta ripresa, ma solo su navi medie e piccole per brevi escursioni organizzate da agenzie locali, mentre non sono ritornate le grandi navi che possono accogliere migliaia di turisti.

Ieri la Commissione europea ha rivisto in negativo la stima sul calo del Pil croato nel 2020, portandolo da -9,1, stimato un mese fa, a -10,8. La drammatica flessione del settore turistico, motore dell'economia del Paese, è tra le cause principali di tale revisione al ribasso.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo