Turismo: Croazia, in agosto un milione di arrivi

Il settore prevede una flessione minore rispetto a previsioni

10 agosto, 18:24

(ANSAmed) - ZAGABRIA, 10 AGO - Nella prima settimana di agosto sulla costa adriatica croata ha soggiornato quasi un milione di turisti, molti di più delle aspettative, e secondo alcune stime il settore, nonostante il coronavirus, potrebbe realizzare quest'anno un fatturato vicino al 70 per cento di quello del 2019. Lo ha reso noto l'Ente per il turismo croato (Htz). La maggior parte dei turisti stranieri ha scelto l'Istria e il nord Adriatico per le loro vacanze, facili da raggiungere in auto da Slovenia, Austria, Ungheria e dal nord Italia. I tedeschi, tradizionalmente al primo posto per numero di arrivi, erano 225 mila, ovvero il 6 per cento in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, seguiti dagli sloveni (+10%) e polacchi (+18%). A luglio il turismo croato ha registrato un forte calo del 40 per cento rispetto al luglio del 2019, ma sempre molto meno delle stime catastrofiche che parlavano di un flessione fino al 90 per cento. Anche i dati per agosto, come testimoniano molti operatori del settore, sembrano per ora incoraggianti. Lo indicano anche le lunghe code viste tra venerdì e domenica ai valichi di confine e ai caselli autostradali, come anche i numeri relativi ai pedaggi pagati, in calo di appena il 7,5 per cento. Il settore turistico che però vede una flessione drammatica è quello delle grandi crociere. Da marzo infatti nei porti turistici sulla costa croata non è approdata neanche una nave da crociera straniera, e questo settore registra una flessione del novanta per cento in arrivi.

(ANSAmed). (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo