Albania: rimpasto di governo, via otto ministri

Cambiamenti dopo proteste studenti

28 dicembre, 12:57

TIRANA - Il premier socialista albanese Edi Rama ha sostituito otto ministri, metà del proprio Gabinetto, in risposta alle proteste studentesche delle ultime settimane.
L'iniziativa, ha spiegato lo stesso Rama, riflette le "proteste degli studenti". Nonostante la protesta avesse alla base una serie di richieste di carattere economico, essa è stata infatti interpretata piuttosto quale espressione di un malcontento generale nei confronti del governo. Il premier a sorpresa ha deciso di rimuovere, tra gli altri, il ministro dell'Istruzione Lindita Nikolla, quello delle Finanze Arben Ahmetaj e anche il ministro per gli Affari esteri e l'Europa, Ditmir Bushati, una posizione chiave per il processo di integrazione europea dell'Albania che il prossimo giugno si aspetta il via libera per l'avvio dei negoziati di adesione all'Ue. Bushati viene sostituito dall'attuale vice ministro incaricato al processo di Integrazione, il 28enne kosovaro Genti Caka. Tra gli altri membri costretti a lasciare ci sono anche il vice premier Senida Mesi, il ministro dell'Energia e Infrastruttura Damian Gjiknuri, quello dell'Agricoltura Niko Peleshi, della Cultura Mirela Kumbaro e il ministro per le imprese Sonila Qato. Tirana avrà la presidenza dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Osce) nel 2020.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo