Migranti: da domani Frontex a frontiera Albania-Grecia

Prima missione in uno Stato non membro dell'Ue

21 maggio, 14:20

(ANSAmed) - TIRANA, 21 MAG - Da domani 50 membri dell'Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera, Frontex, appartenenti a 11 paesi dell'Unione europea, saranno schierati a fianco dei loro colleghi albanesi al confine fra l'Albania e la Grecia, nella prima missione in uno Stato non membro dell'Ue.

"Ciò segna non solo una nuova fase per la cooperazione alle frontiere tra l'Unione e i partner dei Balcani occidentali, ma rappresenta anche un altro passo verso la piena operatività dell'Agenzia", ha dichiarato nel corso di una cerimonia organizzata a Tirana il commissario europeo per le migrazioni, gli affari interni e la cittadinanza, Dimitris Avramopoulos, il quale ha firmato lo scorso ottobre con le autorità albanesi l'accordo entrato in vigore all'inizio di questo mese.

L'Ue ha negoziati in corso per raggiungere un simile accordo anche con gli altri paesi dei Balcani. "L'unico modo per affrontare efficacemente le sfide migratorie e di sicurezza che abbiamo di fronte oggi e quelle che si affacceranno i prossimi anni è di lavorare insieme, come vicini e come partner. Quello che succede in Albania e nei Balcani occidentali riguarda l'Ue e viceversa", ha detto Avramopoulos, sottolineando che "i flussi migratori lungo la rotta dei Balcani occidentali sono in costante calo. Ma dobbiamo comunque rimanere vigili".

Per il premier albanese Edi Rama, grazie a questo accordo il suo paese si trasforma "in un contributore per la sicurezza europea, e nello stesso tempo dimostra la nostra ferma volontà ad essere un partner affidabile dell'Ue", dalla quale il prossimo mese Tirana si aspetta di ottenere il via libera per l'avvio dei negoziati di adesione all'Unione.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo