Albania: bocciata decisione annullamento data amministrative

Collegio elettorale contro Meta

24 giugno, 15:54

TIRANA - La decisione del presidente albanese della Repubblica Ilir Meta presa lo scorso 10 giugno, di annullare la data delle elezioni amministrative previste il 30 giugno, e' stata bocciata oggi dal Collegio elettorale.
La corte ha dato ragione alla Commissione elettorale centrale (Cec) la quale ha considerato "un atto amministrativo invalido", il decreto di Meta "perche' preso in violazione alla costituzione". La decisione della Cec e' stata presa dai soli membri nominate dalla maggioranza del premier socialista Edi Rama.
L'opposizione di centro destra guidata da Lulzim Basha, ritiene invece che l'atto di Meta potrebbe essere valutato solo dalla Corte costituzionale, attualmente bloccata, in quanto 8 dei suoi 9 membri hanno rassegnato le dimissioni oppure non sono riusciti a superare il processo di valutazione dei magistrati, un passaggio previsto dalla recente riforma giudiziaria.
"Nessuna sorpresa da questa messa in scena, orchestrata da tempo": e' stata questa la prima secca reazione, del Presidente Albanese della Repubblica Ilir Meta, tramite il suo portavoce Tedi Blushi, alla decisione di oggi del Collegio elettorale. La scorsa settimana, numerosi incidenti sono avvenuti registrati in alcune citta' del paese, dove i sostenitori dell'opposizione hanno assaltato le sedi delle commissioni elettorali di zona, distruggendo in alcuni casi i materiali preparati per la consultazione.
L'opposizione ha boicottato le amministrative e contesta il loro svolgimento, affermando che "il 30 giugno non ci saranno elezioni". La maggioranza invece non intende cedere, mentre nel frattempo ha avviato anche le procedure per la rimozione dall'incarico del presidente della Repubblica, a seguito del suo decreto per annullare la data delle amministrative. 

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo