Albania: Meta, non ci saranno elezioni il 30 giugno

Capo dello stato, decisione del collegio illegittima

25 giugno, 10:46

(ANSAmed) - TIRANA, 25 GIU - Proseguono in Albania le polemiche sulle elezioni amministrative del 30 giugno. Il presidente della Repubblica Ilir Meta ha detto oggi che "il 30 giugno non ci saranno elezioni. Legalmente questa data non esiste", ha sostenuto il capo dello Stato, secondo il quale la decisione presa ieri dal Collegio elettorale - che ha praticamente bocciato il suo decreto per l'annullamento della data delle amministrative - sarebbe "illegittima" in quanto "il Collegio non ha nessuna competenza a valutare un decreto del presidente della Repubblica".

Meta ha parlato di "ricatti e pressioni da parte della maggioranza" del premier socialista Edi Rama nei confronti dei membri del Collegio. La maggioranza non ha riconosciuto il decreto di Meta e prosegue la campagna elettorale. L'opposizione di centrodestra guidata da Lulzim Basha ha boicottato le amministrative e minaccia di non consentirne lo svolgimento, e la scorsa settimana i suoi sostenitori hanno assalito le sedi delle commissioni elettorali zonali, in varie città del Paese distruggendo i materiali dedicati al giorno del voto.

La comunità internazionale esorta ad evitare gli atti di violenza. Ieri il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi ha parlato al telefono con Rama e Basha sottolineando che "la sicurezza e la correttezza del processo elettorale vanno assicurate". Il capo dello Stato albanese ha ribadito, tuttavia, che il suo decreto che ha annullato la data delle amministrative "è in vigore. Io non ho annullato le elezioni nè negli Stati Uniti, nè in Italia. In Albania l'unica istituzione che stabilisce la data delle elezioni è il presidente della Repubblica", ha sottolineato Meta, considerando "fasullo un processo elettorale monopartitico".(ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo