Migranti: italiani terzi per nazionalità in altri Paesi Ue

8.100 nel 2018.Paese dà nazionalità a 112mila, albanesi primi

30 marzo, 14:01

(ANSAmed) - BRUXELLES, 30 MAR - Nel 2018 gli Stati membri dell'Ue hanno concesso la nazionalità ad oltre 670mila persone, confermando la tendenza in calo rispetto al 2017 (700.600). Gli italiani (8.100), dopo romeni (21.500) e polacchi (13.500) sono stati tra gli europei più numerosi che hanno scelto di prendere la nazionalità di un altro Paese dell'Unione. Mentre l'87% delle nazionalità concesse dall'Ue è andata a cittadini di Paesi terzi, soprattutto marocchini, albanesi, e turchi. Sono i dati di Eurostat. In Italia c'è stato un calo del 23% delle nazionalità concesse rispetto all'anno precedente, da 146.605 a 112.523. Cali si sono registrati anche in altri 13 Paesi, tra questi la Danimarca (-61%), e Malta (-47%). L'Italia ha concesso la propria nazionalità soprattutto a albanesi, marocchini, e brasiliani.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo