Algeri chiede a Usa 'imparzialità' su conflitti nell'area

In Libia, Sahel e Sahara occidentale

08 gennaio, 10:52

L'Algeria si aspetta "imparzialità" dagli Stati Uniti sulla scena regionale e internazionale, ha detto il ministro degli Esteri algerino, Sabri Boukadoum, in occasione di una visita da parte di una delegazione americana di alto livello. Il vice segretario di Stato per il Medio Oriente e il Nord Africa, David Schenker, ha discusso con i funzionari di Algeri della questione del Sahara occidentale e dei conflitti in Libia e nel Sahel.
"Boukadoum ha sottolineato la natura del ruolo atteso dagli Stati Uniti per promuovere le cause della pace a livello regionale e internazionale, con l'imparzialità richiesta dalle sfide attuali", si legge in una dichiarazione del ministero di Algeri. "L'Algeria è un leader sulla scena internazionale e i nostri due Paesi hanno un interesse comune a garantire una regione più sicura e più prospera", ha dichiarato Schenker in conferenza stampa.
Arrivato mercoledì ad Algeri dopo uno scalo in Giordania nell'ambito di un tour regionale, David Schenker è accompagnato dal segretario dell'aeronautica statunitense, Barbara Barrett, e dal capo dell'Usaf in Europa e Africa, il generale Jeffrey Harrigian. La sua visita di 48 ore ad Algeri si inserisce in un contesto regionale segnato dai conflitti in Libia e nel Sahel, e dalle tensioni nel Sahara occidentale, territorio autonomo conteso dal Marocco e dai separatisti del Fronte Polisario sostenuto da Algeri. Nel fine settimana la delegazione si sposterà in Marocco.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo