Migranti: media, decine migliaia passano per Arabia saudita

Riad, flusso costante da Etiopia e Yemen

03 giugno, 16:36

(ANSAmed) - BEIRUT, 3 GIU - L'Arabia Saudita è uno dei corridoi di migranti diretti anche in Europa attraverso il Mediterraneo. E' quanto emerge da un rapporto diffuso oggi dalle autorità di Riad, che documentano un flusso costante di migranti dall'Etiopia e dallo Yemen verso la Penisola araba. Secondo dati relativi agli ultimi 12 mesi e resi noti dall'agenzia governativa saudita (Spa), delle circa 55 mila persone arrestate perché tentavano di entrare illegalmente nel regno, il 49 per cento sono di nazionalità yemenita mentre il 48 per cento sono etiopi.

Nonostante la guerra imperversi in Yemen, in base a quanto riferito dalla Spa decine di migliaia di migranti dal Corno d'Africa hanno nell'ultimo anno attraversato il mare, giungendo nel martoriato paese arabo. E da lì hanno tentato di passare in Arabia Saudita. Riad guida una coalizione aerea che giornalmente bombarda regioni centrali e settentrionali yemenite controllate dall'insurrezione degli Huthi. Secondo dati dell'Organizzazione internazionale per l'immigrazione ogni mese circa 20 mila migranti, provenienti per lo più dall'Etiopia, attraversano lo stretto di Bab al Mandi e giungono in Yemen, diretti in Arabia Saudita. Ma il flusso di migranti è anche in senso contrario. Secondo l'Alto commissariato Onu per i diritti umani, circa 40 mila yemeniti sono fuggiti in Gibuti, nel Corno d'Africa, nel 2015.

Da lì, molti yemeniti hanno raggiunto gli Stati Uniti tramite il ricongiungimento familiare. In entrambe le direzioni, il viaggio via mare rimane pericoloso. Sono frequenti notizie di decine di morti e dispersi in affondamenti di imbarcazioni di scafisti tra lo Yemen e il Corno d'Africa. Ciascun migrante paga centinaia di dollari a testa per poter affrontare la traversata. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo