Migranti: Bosnia in difficoltà, flussi in aumento

Inverno mite favorisce gli arrivi. Cinquemila presenze

18 febbraio, 11:03

(ANSAmed) - SARAJEVO, 18 FEB - Le autorità del cantone Una-Sana (Bihac), nel nord ovest della Bosnia, a ridosso del confine con la Croazia e quindi con la Ue, denunciano che tuttora non esiste alcun coordinamento tra le istituzioni dello Stato e quelle locali di fronte alla crisi delle "migrazioni illegali". Lo hanno reso noto i media citando il ministro della sicurezza bosniaco Fahrudin Radoncic.

Secondo le stime, in questa parte della Bosnia, attualmente soggiornano circa cinquemila migranti illegali di cui 3.500 ospitati nei centri d'accoglienza e i rimanenti sistemati in case private se dispongono di denaro, oppure in strutture fatiscenti nei centri urbani.

Il numero di reati commessi dai migranti, però, cresce continuamente, ma mancano fondi per aumentare il numero dei poliziotti. L'inverno mite ha incoraggiato i migranti illegali a proseguire sulla strada verso i confini occidentali della Bosnia e quindi arrivano quotidianamente in sempre maggior numero: 80 in media ogni giorno.

"Ma - ha detto il presidente del governo cantonale - il peggio deve ancora arrivare". (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo