Migranti:Croazia,nuove accuse a polizia per abusi e violenze

Ong presenta denuncia anche per respingimenti in Bosnia

05 giugno, 16:25

(ANSAmed) - ZAGABRIA, 5 GIU - Una ong croata impegnata nella difesa dei diritti dei migranti ha sporto oggi denuncia contro la polizia croata per torture e umiliazioni subite da almeno 33 persone, tra le quali anche due bambini, e per respingimenti illeciti verso la Bosnia di gruppi di migranti.

Come ha riferito l'Istituto per la pace si tratta, secondo questa organizzazione, di comportamenti illegali e di uso della violenza da parte degli agenti croati in quattro diversi casi avvenuti negli ultimi tre mesi. La denuncia è collegata ad articoli del Guardian britannico, che nelle scorse settimane ha sostenuto che la polizia di confine croata avrebbe umiliato su base religiosa alcuni migranti musulmani segnando loro sulla testa una croce con dello spray colorato. Notizia questa che aveva suscitato sdegno e condanna.

Nella denuncia della ong si parla di violenze subite dai migranti, di pestaggi, minacce e varie umiliazioni che avrebbero lo scopo di scoraggiarli a ritornare in Croazia. Il documento consegnato alla procura di Zagabria riporta testimonianze dirette delle vittime, con fotografie e altre prove.

"La polizia croata si comporta in questo modo da anni, fatto che ci costringe a concludere che non si tratta di casi isolati ma di una decisione politica e di un uso sistematico della violenza", hanno spiegato i rappresentanti dell'ong.

La polizia croata ha sempre negato queste e altre simili accuse. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo