Migranti: Bosnia, scontri in centro accoglienza a nordovest

Interviene la polizia, feriti e colpi d'arma da fuoco

27 agosto, 11:38

(ANSAmed) - BELGRADO, 27 AGO - Una maxi rissa tra migranti è scoppiata nella tarda serata di ieri in un centro di accoglienza presso Bihac, nel nordovest della Bosnia-Erzegovina al confine con la Croazia, ed è dovuta intervenire la polizia locale per porre fine agli scontri. Come riferiscono i media serbi, si sono uditi colpi d'arma da fuoco, sparati verosimilmente da un agente per difendersi dall'attacco con un coltello da parte di uno dei migranti. Agli scontri avrebbero partecipato circa 150 profughi, e vi sarebbero stati diversi feriti. La situazione è attualmente sotto controllo, ma permane alta la tensione in tutta la regione nordoccidentale della Bosnia-Erzegovina dove stazionano fino a 10 mila migranti, che affollano nuovamente la rotta balcanica, e che cercano in tutti i modi di passare la frontiera con la Croazia per proseguire verso i Paesi dell'Europa occidentale. Da settimane si rinnovano manifestazioni di protesta della popolazione locale bosniaca, che denuncia violenze, intimidazioni e furti da parte dei migranti e che non si sente più sicura nelle proprie case.

(ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo