Migranti: Ue a Bosnia, conseguenze se non risolve crisi Lipa

Portavoce, a rischio aspirazioni europee di Sarajevo

15 gennaio, 14:19

(ANSAmed) - BRUXELLES, 15 GEN - "Se la Bosnia-Erzegovina non sarà in grado di soddisfare le richieste" dell'Ue e "gli obblighi internazionali" per risolvere la crisi umanitaria nel campo di Lipa, "ci saranno conseguenze" anche per quanto riguarda "l'aspirazione" del Paese di entrare a far parte dell'Ue. Lo ha detto il portavoce della Commissione Ue per la politica estera, Peter Stano.

I migranti "sono intrappolati in questa situazione che è in larga misura causata dall'incapacità delle autorità" nazionali "di attuare le decisioni necessarie e di rispettare i propri impegni", ha ammonito Stano, sottolineando che "l'intera questione sta già influenzando negativamente l'immagine della Bosnia-Erzegovina" e che potranno esserci "reazioni e passi" politici "concreti" contro Sarajevo da parte dell'Ue se la situazione non verrà risolta con urgenza. Il tema è "oggetto di una discussione molto intensa a Bruxelles, nelle capitali dell'Ue e sul campo", ha aggiunto il portavoce.(ANSAmed).

ZVB/ S0A QBXB (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo