Migranti: in 250 restano accampati a confine Bosnia-Croazia

Notte tranquilla ma tensione resta. Altri rispediti a Sarajevo

25 ottobre, 11:38

(ANSAmed) - SARAJEVO, 25 OTT - In Bosnia-Erzegovina resta chiuso al traffico il valico di confine con la Croazia di Maljevac, a Velika Kladusa (nordovest), dove gruppi di migranti ieri hanno cercato di passare con la forza in territorio croato, scontrandosi con le forze di polizia.

La notte è trascorsa tranquilla, dopo una rissa scoppiata ieri sera tra i migranti e dopo che la polizia bosniaca ha spinto indietro le tende dei circa 250 migranti, comprese donne e bambini, montate presso il valico di frontiera, distanziandole dal cordone della polizia croata contro il quale un gruppo di migranti lanciava pietre e altri oggetti.

La polizia croata segue la situazione anche con l'ausilio di un elicottero che sorvola la zona, mentre accanto al ponte su cui passa la frontiera e' stato posizionato un cannone ad acqua.

Intanto la polizia bosniaca ha subito provveduto a rimandare indietro altri migranti giunti ieri sera a Bihac da Sarajevo - 69 in treno e 57 in pullman. Saranno ospitati nel nuovo centro d'accoglienza allestito nella ex caserma Usivac di Hadzici, alla periferia della caoitale bosniaca. (ANSAmed)
© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo