Migranti: Croazia, in 16 salvati dal gelo su montagna

Operazione di soccorso al confine con la Bosnia-Erzegovina

16 gennaio, 15:22

(ANSAmed) - ZAGABRIA, 16 GEN - Sedici migranti, inclusi sei bambini, sono stati tratti in slavo ieri sulla montagna di Pljesevica, che segna il confine tra la Bosnia e la Croazia, tutti in condizioni precarie di salute dato che la zona dove sono stati avvistati è interessata da un forte gelo e coperta dalla neve. Lo ha riferito oggi la polizia croata che, assieme alla protezione civile e unità speciali delle forze dell'ordine, equipaggiate per condizioni meteorologiche estreme, ha condotto l'operazione di salvataggio.

I sedici migranti, dei quali non è ancora stata accertata la nazionalità, inclusi sei bambini di età tra uno e dieci anni, e cinque donne, hanno attraversato nei giorni scorsi a piedi il confine croato-bosniaco sui pendii di Pljesevica, una delle montagne più inaccessibili e isolate della catena delle Alpi Dinariche. Il loro avvistamento è stato possibile grazie alle intense operazioni di monitoraggio della polizia di confine croata che osserva da mesi la zona, consapevole che da tempo gruppi di migranti tentano di raggiungere l'Europa attraverso questa pericolosa rotta. Le condizioni meteorologiche erano estreme, con temperature intorno a 15 gradi sotto lo zero e 50 cm di neve. A tutti è stato subito data assistenza medica, e due donne e i bambini sono stati ricoverati nell'ospedale di Gospic, nella Croazia centrale, con sintomi di ipotermia. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo