Migranti: Bosnia, due morti in scontri a Bihac

Incidenti fra gruppi rivali di profughi

01 ottobre, 11:31

(ANSAmed) - BELGRADO, 01 OTT - Due migranti sono stati uccisi e numerosi altri feriti in scontri fra gruppi rivali di profughi avvenuti ieri sera a Bihac, nel nordovest della Bosnia-Erzegovina, non lontano dal confine con la Croazia. Come riferiscono i media regionali, gli incidenti sono scoppiati in un campo profughi improvvisato presso il villaggio di Zegar, alle porte di Bihac, e hanno coinvolto gruppi di migranti afghani e pachistani, che si sono affrontati con coltelli e bastoni. Oltre alle due vittine, negli scontri uina ventina di migranti sono rimasti feriti, alcuni in modo grave. I responsabili del duplice omocidi sono scappati e vengono ricercati dalla polizia. Nella zona di Bihac migliaia di migranti in marcia lungo la rotta balcanica cercano in tutti i modi di attraversare la frontiera con la Croazia per proseguire il viaggio verso i Paesi dell'Europa occidentale.

Secondo i media si è trattato di uno scontro di massa in cui, secondo le deposizioni, gli afghani hanno aggredito i pachistani, fuggendo poi sul monte Pljesivica, il tutto mentre si preparavano per quello che chiamano il "game", il tentativo cioè di attraversare il monte e il confine con la Croazia cercando di eludere la polizia croata.

In Bosnia, per lo più nel nord-ovest, vi sono più di settemila migranti illegali il cui obiettivo primario è attraversare la frontiera croata. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo