Diga Rinascimento:nessun accordo tra Egitto, Etiopia e Sudan

Lo comunica su Twitter l'ambasciatore etiope negli Usa

14 febbraio, 15:12

(ANSAmed) - ROMA, 14 FEB - Egitto, Etiopia e Sudan non sono riusciti a raggiungere un accordo finale sul funzionamento della diga del Rinascimento, il più grande progetto idroelettrico dell'Africa che si sta costruendo sul Nilo Azzurro con il coinvolgimento del gruppo industriale italiano Salini-Impregilo.

Lo ha comunicato via Twitter l'ambasciatore etiope negli Stati Uniti Fitsum Arega, specificando che l'ultimo round di colloqui svoltosi ieri a Washington dai ministri delle Acque dei tre Paesi non ha portato a un accordo, ma senza spiegarne i motivi. Il mese scorso le tre nazioni avevano concordato inizialmente, in seguito a colloqui mediati da Usa e Banca mondiale, che la diga del Rinascimento dovesse essere riempita per tappe durante la stagione delle piogge. Si erano però resi necessari ulteriori negoziati prima dell'accordo finale di questo mese. L'Etiopia, che sta costruendo la diga, vuole iniziare a generare elettricità il più presto possibile, ma l'Egitto è preoccupato per le sue riserve d'acqua nel caso in cui il riempimento della diga risultasse troppo celere.

(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo