Siria: capo intelligence Egitto a Damasco contro Turchia

Si rafforza alleanza russa-siriana-egiziana sulla Libia

10 marzo, 10:25

(ANSAmed) - BEIRUT, 10 MAR - Il capo dei servizi di sicurezza egiziani, generale Abbas Kamel, si è recato nei giorni scorsi a Damasco per incontrare il suo omologo siriano, Ali Mamluk, nell'ambito degli sforzi congiunti egiziano-siriani di contrastare l'influenza turca nel Mediterraneo orientale e, in particolare, in Libia. Lo riferiscono media governativi siriani, secondo cui la visita a Damasco di Kamel è avvenuta la scorsa settimana, prima che a Mosca il presidente russo, Vladimir Putin, raggiungesse un accordo con collega turco, Tayyep Recep Erdogan, per la spartizione della regione nord-occidentale siriana di Idlib.

I media ricordano che Kamel e Mamluk si erano già incontrati due volte negli ultimi due anni al Cairo. E che la cooperazione tra i due Paesi si è rafforzata negli ultimi anni in funzione anti-Ankara. L'Egitto sostiene le truppe libiche al comando del generale Khalifa Haftar, e il governo siriano, alleato della Russia, ha stabilito formali relazioni diplomatiche con il governo che fa capo a Haftar, contro quello di Fayyez Sarraj sostenuto, tra gli altri, dalla Turchia. Come riferito nelle ultime ore da diverse fonti siriane in Siria, la Russia e gli Hezbollah libanesi, vicini all'Iran e che dal 2012 appoggiano il governo di Damasco nella guerra in corso, hanno cominciato a reclutare civili siriani da inviare in Libia a sostegno "logistico" delle truppe di Haftar impegnate nell'assedio di Tripoli. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo