Archeologia: scoperte mummie dalla lingua d'oro

Alessandria d'Egitto, così i defunti potevano parlare a Osiride

03 febbraio, 17:25

(ANSAmed) - IL CAIRO, 3 FEB - "Foglie d'oro a forma di lingua" piazzate nella bocca di mummie di epoca greco-romana "in uno speciale rituale per assicurare" ai defunti "la capacità di parlare nell'Aldilà davanti al tribunale d Osiride", dio egizio della morte e dell'Oltretomba, sono state rinvenute in scavi condotti a ovest di Alessandria. Lo riferisce un post su Facebook pubblicato dal ministero delle Antichità egiziano.

La scoperta è stata fatta da "una missione egitto-dominicana dell'Università di Santo Domingo guidata da Kathleen Martinez", premette il post precisando che gli scavi sono stati condotti presso il "tempio di Taposiris Magna". Sono state rinvenute 16 tombe scavate nella roccia, "popolari in era greco-romana", con all'interno "un certo numero di mummie in cattivo stato di conservazione".

Taposiris Magna, come noto, è una città fondata dal faraone Tolomeo II Filadelfo tra il 280 e il 270 a.C e il cui nome significa "grande tomba di Osiride", che Plutarco identifica con un tempio egizio della città.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo