Di Maio a Ue, porti italiani indisponibili per sbarchi

Nell'ambito della nuova missione per fermare le armi in Libia

23 marzo, 14:51

ROMA - "L'Italia in questo momento non è disponibile a dare i propri porti per gli sbarchi nell'ambito della nuova missione Ue per fermare l'ingresso di armi in Libia.
Non si tratta di voler essere buoni o cattivi, si tratta semplicemente di misurare le nostre forze e metterle tutte a disposizione dei nostri concittadini. L'Italia ora non può, chiede e vuole essere aiutata". E' il messaggio, secondo quanto si apprende, che il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha rivolto ai sui colleghi europei riuniti oggi in videoconferenza.
"L'Italia sostiene l'azione dell'Ue e condivide ogni passo con i suoi partner, ma dobbiamo fare in modo che le sanzioni europee in vigore oggi verso Paesi terzi, come anche l'Iran, non intacchino l'importazione di medicinali e materiale medico per sconfiggere il coronavirus", ha aggiunto Di Maio, secondo quanto si apprende.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo