Turchia: Erdogan, non cederemo al ricatto delle sanzioni Ue

'Le minacce non portano a nulla, non ci faremo imprigionare'

17 settembre, 17:30

(ANSAmed) - ISTANBUL, 17 SET - "I nostri interlocutori hanno capito che il linguaggio delle minacce non porta a nulla e che la Turchia non si sottometterà a ricatti e banditismo". Lo ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, in un discorso a una settimana dal Consiglio europeo, in cui verrà discussa l'ipotesi di sanzioni contro Ankara per le sue controverse prospezioni energetiche nel Mediterraneo orientale, in aree che la Grecia e Cipro rivendicano come proprie zone economiche esclusive.

La Turchia, ha ribadito il leader di Ankara, non accetterà di essere "imprigionata dentro le sue coste, mentre ha confini marittimi molto lunghi sul Mediterraneo". (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo