Nel 2020 meno 31% domande di asilo in Ue causa Covid

Toccato il livello più basso dal 2013

18 febbraio, 13:30

(ANSAmed) - BRUXELLES, 18 FEB - Lo scorso anno, soprattutto a causa della pandemia e delle restrizioni sui movimenti tra Paesi, le domande di asilo presentate nell'Ue a 27 più Norvegia e Svizzera sono diminuite del 31% rispetto all'anno precedente toccando il livello più basso dal 2013. Lo ha reso noto oggi il servizio europeo che si occupa della materia (Easo).

Secondo i dati raccolti da Easo, le richieste d'asilo avanzate nel 2020 sono state complessivamente 461.300 contro le 671.200 del 2019. Circa il 4% delle domande hanno riguardato minori non accompagnati. Lo scorso anno, segnala ancora Easo, per la prima volta dal 2017 le domande esaminate (521.000) sono state superiori a quelle presentate. Alla fine del 2020 risultavano comunque ancora pendenti, cioè in attesa di esame, 412.600 domande.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo