Siria: Borrell, regime non offre futuro, serve cambiamento

Interrompa la repressione e intraprenda strada negoziale con Onu

30 marzo, 14:11

(ANSAmed) - BRUXELLES, 30 MAR - "Non possiamo accettare che le elezioni" in Siria "vengano pianificate dal regime e questo non può essere un prerequisito per la normalizzazione. Il regime" di Damasco "non offre un futuro ai siriani e non contribuisce in alcun modo alla stabilità della regione e quindi senza questi cambiamenti non potrà mai essere un partner per la comunità europea e per la comunità internazionale". Così l'Alto rappresentante Ue Josep Borrell alla quinta Conferenza dei donatori sulla Siria co-presieduta dall'Ue e dall'Onu.

"Per questo noi invochiamo un cambiamento di atteggiamento - ha aggiunto -, che interrompa in modo non ambiguo la repressione e intraprenda la strada negoziale con l'Onu". Secondo Borrell "solo con una soluzione politica si potrà portare alla stabilità" la Siria e "consentire ai siriani di diventare un popolo sovrano e libero".(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo