Cannes: applausi da Tim Roth per i Ragazzi di Sarajevo

'Djeca' di Aida Begic in concorso in sezione Un Certain Regard

22 maggio, 09:51

(ANSAmed) - CANNES, 22 MAG - A fine proiezione stampa, ieri, Tim Roth, presidente di giura di Un Certain Regard era in piedi ad applaudire il film della regista bosniaca Aida Begic dal titolo 'Djeca' (Enfants di Sarajevo) che corre appunto nella sua sezione. Di scena la storia forte e toccante di due ragazzi Rahima, 23 anni, e suo fratello Nedim, 14 anni, orfani della guerra di Bosnia. Ora i due abitano a Sarajevo, in una società che sembra aver perso ogni compassione per i ragazzi vivi come per quelli morti durante l'assedio della città. Dopo una adolescenza delinquenziale, Rahima sembra aver trovato conforto nella religione islamica e spera che anche suo fratello la segua. Ma tutto si complica quando a scuola Nedim si batte con violenza con il figlio di un potente ministro del paese. Un incidente che produrrà tutta una serie di eventi che permettono a Rahima di scoprire che anche il suo giovane fratello ha una doppia vita. Il casting e le riprese del film, che ha anche molte immagini di repertorio, sono state fatte nella banlieue di Sarajevo. "Girare un film in piano sequenza con degli interpreti non professionisti e degli attori debuttanti non è certo facile.

E tutto questo all'interno di un cinema bosniaco sempre più in crisi", ha spiegato la regista Aida Begic.(ANSAmed).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA