Francia: tagli e riforme, è boom di dimissioni dei sindaci

Oltre mille andati via prima della scadenza del mandato nel 2020

10 agosto, 16:13

PARIGI - Inedita ondata di dimissioni tra i sindaci francesi. Confrontati a restrizioni finanziarie, perdita d'autonomia e normative sempre più pesanti - scrive oggi Le Figaro -, 1.021 'Maires' di Francia hanno gettato la spugna prima dei 6 anni previsti di mandato (2014-2020). Si tratta del doppio rispetto ai tempi dei loro predecessori quando le dimissioni furono appena 535.

Dall'elezione di Emmanuel Macron, lo scorso anno, sono 386 i sindaci che hanno abbandonato la loro poltrona, un numero anche in questo caso record. Tra i punti critici, la legge Notre del 2015 che impone la fusione delle municipalità, ma soprattutto la prevista abolizione della 'Taxe d'habitation', contestata misura decisa dall'attuale presidente che toglierà 34% degli introiti fiscali ai sindaci.

In Francia le prossime elezioni municipali si terranno tra meno di due anni, il 23 e 30 marzo 2020.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo