Parigi, allerta Msf su contagi nei centri per migranti

A fine giugno 'oltre una persona su due contaminata'

06 ottobre, 14:09

(ANSAmed) - PARIGI, 6 OTT - Oltre una persona in grande difficoltà su due, essenzialmente migranti, è stata contaminata dal coronavirus nella regione parigina: è quanto emerge da uno studio realizzato da Médecins sans frontières (MSF). Secondo quanto riferisce l'Ong, il tasso di positività riscontrato nei centri di accoglienza, le distribuzioni alimentari o i centri di lavoro è stato del 55%.

L'inchiesta, descritta come la prima in Francia e in Europa a concentrarsi esclusivamente al livello di esposizione al virus delle persone più in difficoltà riguarda in gran parte persone straniere, che rappresentano il 90% dell campione di 818 persone analizzate dall'Ong tra il 23 giugno e il 2 luglio. "I risultati mostrano una prevalenza enorme. Il motivo principale è la promiscuità e le condizioni di alloggio che hanno generato dei cluster", come le palestre in cui queste persone sono state messe al riparo all'inizio del lockdown, dichiara all'agenzia France Presse Corinne Torre, capomissione di Msf per la Francia.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo