Crisi: Grecia; suicidi raddoppiati nel triennio 2009-2011

Dall'inizio di quest'anno si sono tolte la vita 231 persone

09 settembre, 16:29

(ANSAmed) - ATENE, 9 SET - Alla vigilia della Giornata Mondiale per la prevenzione del suicidio, la stampa di Atene riferisce oggi che il numero dei suicidi in Grecia nel triennio 2009-2001 è raddoppiato e ciò costituisce una tendenza che dovrebbe continuare anche quest'anno. I dati forniti dall'Istituto di Statistica ellenico (Elstat), dal ministero per la Protezione del Cittadino e dall'agenzia di statistiche europea Eurostat dimostrano che la Grecia è passata dalla condizione di Paese con il minor numero di suicidi nel mondo a quella di una nazione in cui tali casi sono raddoppiati in appena tre anni.

Statistiche alla mano, il numero delle morti causate da suicidio è passata dalle 2.5 per ogni 100.000 abitanti prima del 2009 alle oltre 5 per ogni 100.000 nei tre anni in cui la Grecia è stata colpita da una grave crisi economica che ha prodotto una profonda recessione aggravata da drastiche misure di austerità varate dal governo come richiesto dai creditori internazionali del Paese. Dai dati si evince inoltre che il rapporto di decessi per suicidio tra uomini e donne è di sei a uno.

Non sono disponibili dati dal 2011 ad oggi ma, secondo un calcolo effettuato dall'agenzia di stampa ateniese Amna pubblicato oggi, solo quest'anno - dall'inizio di gennaio a tutto agosto - in Grecia si sono tolte la vita 231 persone.

(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo