Mediterranea: lascia Atene dopo mese incontri e iniziative

Progetto riceve il patrocinio della Marina Militare

06 ottobre, 10:20

Mediterranea Mediterranea

(ANSAmed) - ATENE, 6 OTT - La spedizione italiana scientifica e culturale "Progetto Mediterranea", salpata il 17 maggio scorso da San Benedetto del Tronto, è ripartita da Atene dopo oltre un mese di sosta nel porto del Pireo e i numerosi incontri che si sono svolti a bordo dell'imbarcazione Mediterranea, nei caffè della città e presso l'Istituto Italiano di Cultura. Molti gli esponenti della comunità culturale ellenica intervistati da Simone Perotti, ideatore dell'iniziativa, che per cinque anni coinvolgerà i 29 Paesi dell'area, incontrando scrittori, artisti, intellettuali del Mediterraneo, Mar Nero e Mar Rosso, alla ricerca di idee e soluzioni per fronteggiare la crisi di quest'epoca. "Partiamo da Atene dopo un mese intensissimo - dice Perotti - Incontri, ascolto, dialogo, scrittura, studio. Portiamo con noi informazioni, impressioni, sensazioni, conoscenze, ma soprattutto parole. Le parole che cerchiamo, che non sapevamo neppure di cercare, ma che ci servono così tanto in questa epoca rumorosa e storta. Il Mediterraneo delle idee, in questa prima, emblematica tappa, ha rivelato la sua profonda ricchezza. Questo ci conferma che Mediterranea è l'Arca delle parole e delle idee, e che ha un profondo senso condurla ancora avanti. Grazie allo staff dell'IIC di Atene e alla Direttrice Silvana Vassilli, splendida donna di cultura e di organizzazione, che ci ha sostenuto e spalleggiato sempre".

Coadiuvati, infatti, dall'Istituto Italiano di Cultura ad Atene, Simone Perotti e i componenti dell'equipaggio di Mediterranea hanno incontrato: Denys Zacharopoulos, direttore artistico del museo "Alex Mylona" di Atene; Maurizio De Rosa, filologo e traduttore dei maggiori scrittori greci contemporanei; il poeta e combattivo intellettuale della memoria storica greca Nanos Valaoritis; Christos Hadziiosif, direttore del Dipartimento di Storia Moderna e Contemporanea dell'Università di Creta; lo scrittore Petros Markaris; il poeta Kostas Koutsourelis; l'editorialista del Corriere della Sera per il Medio Oriente Antonio Ferrari; l'architetto attivista ed ecologista Maria Peteniaki; la scrittrice Ersi Sotiropoulos, l'ambasciatore Panayiotis Makris, il musicista Mario Strofalis; lo scrittore Fabrizio Manili; Paris Sigalas, produttore del grande vino bianco di Santorini; la direttrice di Radio En Lefko 87.7 Katerina Kafentzi; Theodossios Tassios, professore emerito del Politecnico di Atene; Nikos Moschonas, storico; l'attrice teatrale Marilli Mastrantoni, l'artista e attivista di "Piazza Syntagma" Costis Ksyme Triandaphyllou e il grande scrittore Vassilli Vassilikos.

"Dal porto del Pireo faremo un bordo a est-sud est, per Capo Sounion - dice ancora Perotti - Dirigeremo quindi la prua a nord, lungo il canale dell'Eubea, fino alle Sporadi. Poi Salonicco e le tre lunghe dita della penisola Calcidica, dunque la Macedonia, Thassos, poi giù verso i Dardanelli, dentro il Mar di Marmara per le Isole dei Principi, e infine Costantinopoli, Istanbul, la perla del Bosforo. Prevediamo di essere lì per la metà di dicembre".

Per la spedizione è intanto arrivato anche il patrocinio della Marina Militare, altro prestigioso riconoscimento a Progetto Mediterranea, che si fregia già dell'Adesione del Presidente della Repubblica e del patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e di molti altri riconoscimenti e adesioni.

(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo