Migranti: Oim, da Grecia espulsioni forzate verso Turchia

Chiesto ad Atene di indagare sulle accuse e sulle testimonianze

11 giugno, 15:28

(ANSAmed) - ROMA, 11 GIU - Respingimenti ed espulsioni collettive di migranti e rifugiati dalla Grecia in Turchia, ma anche arresti arbitrari e violenze, messe in atto dal personale della polizia frontaliera. E' quanto denuncia l'Oim che parla di rapporti da fonti sul campo, ma anche di reportage di media internazionali le cui immagini mostrano l'uso di navi per il soccorso marino utilizzate ''per deportare i migranti attraverso il Mar Egeo orientale". L'organizzazione delle Nazioni Unite chiede dunque alle autorità greche di indagare su queste accuse e sulle testimonianze di persone costrette ad attraversare il confine con la Turchia contro la loro volontà. Secondo l'Oim, occorre dare sempre priorità alla gestione delle frontiere nel rispetto della protezione e del diritto internazionale. Per l'agenzia delle Nazioni Unite si tratta soprattutto di rispettare i diritti umani e le libertà fondamentali di tutti i migranti, indipendentemente dal loro status. Inoltre, in un momento di grave crisi sanitaria a causa della pandemia da Covid 19, l'Oim invita gli Stati a sospendere le espulsioni di migranti e sollecita i governi a facilitare i "rimpatri volontari quando e, ove possibile, in particolare per i migranti che, data la situazione, si sentissero più sicuri nel loro paese d'origine ed esprimessero il desiderio di ritornarci''. ''Se i diritti sovrani degli Stati, compreso quello all'integrità delle frontiere, devono essere rispettati, la loro discrezione si ferma di fronte agli obblighi internazionali in materia di diritti umani", conclude l'Oim. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo