La comunità ebraica degli Emirati Arabi torna alla luce

Rabbino Schneier: visita Papa aiuta riconoscimento minoranze

05 febbraio, 16:47

(ANSAmed) - TEL AVIV, 5 FEB - La Comunità ebraica degli Emirati Arabi, finora costretta nell'ombra, potrà operare in piena libertà, anche grazie alla storica visita di Papa Francesco nella Penisola araba. Lo ha annunciato il rabbino Marc Schneier, presidente della Fondazione per il dialogo interreligioso Islam-Ebraismo e coautore del libro "Celebrare la tolleranza", pubblicato dal Ministro della Tolleranza Nahyan bin Mubarak Al Nahyan in occasione dell'arrivo del Pontefice. Nel documento si riconoscono infatti tutte le minoranze religiose della Penisola, compresi gli ebrei. Schneier - che era presente negli incontri tra il Papa e gli esponenti religiosi musulmani - ha potuto così incontrare la Comunità ebraica finora vissuta di nascosto. "Ogni shabbat si riuniva - ha raccontato, citato dai media - in una sinagoga dentro una casa privata...

Hanno un presidente ma non un rabbino: ora grazie al riconoscimento ufficiale sono in corso colloqui per aprire una vera sinagoga". Schneier - dopo aver sottolineato che la visita del Papa ha aiutato - ha detto che si tratta di 150 famiglie.

(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo