Sisi a Netanyahu, accordo con Emirati passo giusto

Presidente egiziano al premier israeliano, ma niente annessioni

02 settembre, 15:58

(ANSAmed) - IL CAIRO, 2 SET - Il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi ha avuto un colloquio telefonico con il premier Benyamin Netanyahu in cui ha definito la normalizzazione dei rapporti tra Israele e gli Emirati Arabi Uniti "un passo" in grado "di instaurare la pace" in Medio Oriente ma in cui ha anche sottolineato l'importanza di evitare altre annessioni di territori palestinesi le quali potrebbero "far vacillare le possibilità" di accordo. E' quanto emerge da una nota della presidenza egiziana pubblicata su Facebook.

Il presidente egiziano "ha affermato l'appoggio dell'Egitto a qualsiasi iniziativa in grado di instaurare la pace nella regione in modo da preservare i legittimi diritti del popolo palestinese, creare il suo Stato indipendente e garantire la sicurezza israeliana ritenendo l'accordo emiratino-israeliano sotto gli auspici degli Stati Uniti un passo in questa direzione", è scritto nel testo diffuso sulla pagina Fb di Bassam Radi, il portavoce della presidenza. Sisi "ha sottolineato l'importanza che la parte israeliana non prenda misure unilaterali in grado di far vacillare le possibilità di pace e in particolare che si astenga dall'annettere territori palestinesi al fine di dare una possibilità alla riuscita degli sforzi di diverse parti regionali e internazionali per sbloccare lo stallo attuale che vive la questione palestinese", viene aggiunto. Oltre a sottolineare l'importanza anche di "spingere per una ripresa dei negoziati fra la parte palestinese e quella israeliana", il presidente egiziano "ha enfatizzato l'importanza" di intese "circa la Striscia di Gaza alla luce dei continui sforzi dell'Egitto per ridurre la tensione fra le due parti", è scritto ancora nella nota.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo