Israele: primo evento in presenza da ambasciatore italiano

Accademia Cucina premia eccellenze gastronomiche

11 marzo, 17:55

(ANSAmed) - TEL AVIV, 11 MAR - Prime prove di normalità per la comunità italiana in Israele, dove è in corso una vaccinazione di massa. La Residenza dell'Ambasciatore Gianluigi Benedetti ha ospitato il primo evento svoltosi in presenza come consentito dalle norme per coloro che sono stati immunizzati, pur nel rispetto delle misure sanitarie in vigore. Protagoniste della serata le eccellenze della tradizione enogastronomica premiate nel 2020 dall'Accademia della cucina italiana a cui solo ora è stato possibile consegnare il riconoscimento.

Nel corso della serata, che ha visto la partecipazione di tutte le istituzione del Sistema Italia in Israele e di varie personalità israeliane, la presidente dell'Accademia, Cinzia Klein, ha conferito alla Chef Emanuela Panke il Premio 'Giovanni Nuvoletti' per "il significativo contributo assicurato per la valorizzazione della buona tavola tradizionale regionale", al ristorante 'Calata-15' dello Chef Andrea Magi il 'Diploma di Buona Cucina' e all'azienda israeliana 'Gad', il premio 'Massimo Alberini' per "l'eccellente produzione di formaggi e latticini della tradizione italiana".

"Siamo lieti - ha detto l'ambasciatore Benedetti - di potervi accogliere nuovamente qui in Residenza, casa di tutti gli italiani in Israele, le cui porte sono sempre aperte per promuovere l'Italia, i suoi territori ricchi di storia e la sua cultura. La cucina italiana, con i suoi prodotti enogastronomici unici al mondo per qualità e varietà, è una bandiera importante del nostro 'Made in Italy' e uno straordinario fattore di attrazione turistica. Gli israeliani amano l'Italia, i suoi prodotti e la sua cultura". "L'auspicio - ha concluso - è di poter presto tornare ad accoglierli nel nostro Paese".

(ANSAmed). (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo