Di Maio in Libia, 'soluzione crisi non può essere militare'

Ministro degli Esteri vede Maitig, poi Sarraj e Haftar

17 dicembre, 10:53

(ANSAmed) - ROMA, La soluzione della crisi in Libia "non può essere militare": lo ha detto, a quanto si apprende, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio incontrando a Tripoli il vicepresidente del consiglio presidenziale libico, Ahmed Maitig, dopo un colloquio bilaterale con il ministro degli Esteri libico Mohammed Siala.Di Maio.

Il Ministro, a quanto si apprende, è atterrato questa mattina a Tripoli dove vedrà - oltre a Maitig e Siala - il premier del governo di accordo nazionale Fayez al Sarraj e il ministro degli Interni Fathi Bashaga. Subito dopo si sposterà a Bengasi per incontrare Khalifa Haftar. Infine Tobruk, per vedere il presidente della Camera dei rappresentanti Aghila Saleh. Al centro dei colloqui il conflitto in corso, la conferenza di Berlino, il memorandum e altri temi centrali. La visita del ministro Di Maio si inserisce in una cornice di massima attenzione che il governo italiano attribuisce al dossier libico.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo