Passeggiate a Firenze svelano case dei grandi scrittori

Tour in vie care a Pratolini,Manzoni, Dostoevskij,Eliot,Collodi

12 gennaio, 14:37

(ANSAmed) - FIRENZE, 12 GEN - Dalla casa natale di Carlo Lorenzini alias Collodi, ai quartieri descritti da Vasco Pratolini (di cui proprio oggi ricorre l'anniversario della morte avvenuta nel 1991), dai luoghi del cuore di Dostoevskij all'albergo che ospitò George Eliot, al palazzo dove soggiornò Manzoni venuto a "risciacquare i panni in Arno". Luoghi e dimore che hanno segnato i trascorsi fiorentini di grandi scrittori saranno al centro di 'Firenze Insolita', ciclo di passeggiate teatrali organizzato dall'associazione culturale Archètipo, finanziate dal Comune di Firenze e volute dall'assessora Cecilia Del Re per un 'turismo sostenibile'.

In programma da venerdì 22 gennaio a domenica 28 febbraio, 'Firenze Insolita' proporrà tre appuntamenti settimanali, dal venerdì alla domenica - venerdì e sabato ore 15, domenica ore 10 - svelando al pubblico luoghi intimi e segreti di Firenze e della sua architettura, spazi rimasti impressi nella storia della letteratura. Ogni visita avrà una durata di circa tre ore, saranno ammesse al massimo 12 persone a cui saranno forniti auricolari sanificati e mascherine. Tale accortezza consentirà di partecipare ai tour in piena sicurezza e nel pieno rispetto delle normative anti-Covid. La partecipazione sarà gratuita previa prenotazione obbligatoria al numero 338-1002655 o via mail a firenzeinsolita@archetipoac.it.

Gli spostamenti avverranno a piedi, l'iniziativa è aperta a persone con disabilità motoria, su sedia a rotelle oltre che a famiglie con bambini e passeggini.

Fondamentale, sottolineano i promotori, sarà il contributo delle guide turistiche Laura Gensini e Chiara Migliorini.

Saranno loro a illustrare - in lingua italiana - questi spazi ricchi di storia e, tramite tablet o altri dispositivi, i paralleli artistici e le connessioni storico-culturali con il patrimonio di Firenze e non solo. A seguire, l'attore Rosario Campisi farà rivivere le opere letterarie che quei luoghi hanno ispirato: brani composti dagli autori durante il loro soggiorno fiorentino o nel ricordo, spesso nostalgico, di esso. Una contaminazione fra bellezza artistica ed esperienza teatrale che permetterà allo spettatore di vivere un'esperienza unica. Il percorso da una dimora all'altra sarà arricchito da altri ricordi letterari e da brevi soste di interesse culturale: dal quartiere di Santa Maria Novella dove soggiornò Percy Bysshe Shelley, a quello di Santa Croce dove visse Piero Bargellini.

"Firenze Insolita" sarà l'occasione per ricordare anche molti altri intellettuali che hanno amato Firenze, senza dimenticare i Futuristi che porteranno a concludere al famoso Caffè Letterario Le Giubbe Rosse.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo