Kosovo: Belgrado e Pristina confermano accordo per Tlc

Definiti dettagli. Soddisfazione Serbia. 'Telekom rafforzata'

18 novembre, 19:28

(ANSAmed) - BELGRADO, 18 NOV - Le delegazioni di Belgrado e Pristina, al termine del nuovo round di negoziato a livello di esperti a Bruxelles, hanno confermato oggi l'accordo sulle telecomunicazioni raggiunto nei giorni scorsi.

La notizia e' significativa dal momento che la parte kosovara aveva sollevato osservazioni e obiezioni, facendo temere un dietrofront e un fallimento dell'intesa. Belgrado aveva subito accusato Pristina di voler stravolgere l'accordo a suo favore.

I media serbi, nel dare notizia della conferma dei termini dell'accordo, riferiscono che le parti hanno concordato tutti i dettagli per la sua applicazione. Grande soddisfazione ha espresso Marko Djuric, capo della delegazione di Belgrado, secondo il quale con l'intesa Telekom Srbija rafforza la sua posizione estendendo la sua attività all'intero territorio della Serbia e al Kosovo.

L'accordo sulle telecomunicazioni, uno dei piu' importanti e controversi nel dialogo in corso fra Belgrado e Pristina con la mediazione Ue, prevede il trasferimento della proprietà di Telekom Srbija a una societa' affiliata in Kosovo, la MTS d.o.o., di proprieta' di Telekom. La prestazione dei servizi continuerà invariata come avvenuto finora, mentre al Kosovo verrà assegnato un prefisso telefonico +383. Tale prefisso, ha puntualizzato Belgrado, non e' internazionale ma 'geografico' e rientra nelle competenze della Serbia che può ritirarlo quando vuole. Analogamente, ha osservato Djuric, a quanto avviene con la Cina - che dispone di vari prefissi, uno principale e altri per Macao, Taiwan o Hong Kong - o la Gran Bretagna che ha un prefisso aggiuntivo per le Isole Falkland. (ANSAmed)
© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati
Vai al sito: EY

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo