Kosovo: liberi serbi condannati all'ergastolo in Belgio

Fra Belgrado e Bruxelles non vi e' accordo su estradizione

25 novembre, 18:44

(ANSAmed) - BELGRADO, 25 NOV - Andrija Draskovic, Veselin Vukotic e Bozisar Spasic, i tre cittadini serbi condannati ieri in contumacia all'ergastolo in primo grado da un Tribunale di Bruxelles per l'uccisione 26 anni fa nella capitale belga dell'attivista kosovaro Enver Hadri, restano in liberta' in Serbia almeno fino a quando la sentenza non diverra' definitiva.

Lo hanno detto oggi le autorita' a Belgrado, sottolineando che i tre possono presentare ricorso contro la condanna in prima istanza. Il ministro della giustizia Nela Kuburovic ha detto che le autorita' belghe non hanno finora chiesto l'estradizione dei tre serbi, notando che fra i due Paesi non esiste un accordo in materia. In base alla costituzione serba, i cittadini serbi non possono essere estradati verso Paesi che non hanno accordi in fatto di estradizione con la Serbia. (ANSAmed)
© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo