Kosovo: Belgrado, per dazi 100% verso catastrofe umanitaria

Premier Brnabic, destabilizzazione da decisioni irresponsabili

10 dicembre, 14:43

(ANSAmed) - BELGRADO, 10 DIC - L'aumento del 100% della tassazione doganale sull'import dalla Serbia, che ha prodotto una sostanziale interruzione nel flusso di beni serbi in Kosovo, sta avendo effetti economici e sociali devastanti, con la comunita' serba in Kosovo sempre piu' a corto di cibo e medicinali, e ormai sull'orlo di una catastrofe umanitaria. A lanciare l'allarme e' stata oggi la premier serba Ana Brnabic.

"Quello che sta avvenendo in Kosovo ci mostra quanto possano essere rovinose le conseguenze di blocchi commerciali e di altro tipo. Le tasse doganali sulle merci da Serbia e Bosnia-Erzegovina sta portando i serbi nella nostra provincia meridionale sull'orlo di una catastrofe umanitaria, e le conseguenze degli aumenti dei prezzi colpiscono anche gli albanesi del Kosovo", ha detto la premier parlando a una conferenza a Belgrado. Le decisioni irresponsabili di Pristina, ha aggiunto, rischiano di destabilizzare l'intera regione. Secondo dati della Camera di commercio serba il danno per le imprese serbe solo per i mesi di novembre e dicembre sara' di almeno 50 milioni di euro, mentre le perdite per l'economia serba a livello dell'intero anno si prevedono in oltre 500 milioni di euro. Il danno delle aziende Ue che hanno rapporti commerciali con la Serbia si stima in circa 200 milioni di euro sull'intero anno.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo