Libano, piano anti coronavirus per i campi profughi siriani

Agenzia italiana cooperazione coinvolta nell'intervento

12 marzo, 11:24

(ANSAmed) - BEIRUT, 12 MAR - Anche l'Aics, l'Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo, partecipa in Libano allo sforzo per far fronte all'emergenza del coronavirus dentro e attorno ai campi profughi siriani in Libano. Il governo di Beirut ha annunciato oggi l'avvio di un piano di emergenza per affrontare l'epidemia anche nei numerosi campi informali di profughi siriani presenti nel paese. Il Libano, che ha una popolazione di poco meno di 4 milioni di persone, ospita dal 2011 circa un milione di siriani in fuga dalla guerra. Il ministero degli affari sociali libanese ha annunciato stamani di aver approntato, assieme alle agenzie umanitarie dell'Onu e alle numerose organizzazioni non governative internazionali presenti nel paese, un piano incentrato sulla sensibilizzazione, sulla prevenzione e sulla disinfestazione. Tra i partner del governo libanese impegnati in questo sforzo si cita l'Aics. (ANSAmed)
© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo